sabato 5 novembre 2011

salvato in estremis

Non ho parole per l'accaduto,sono molto contento per l'esito finale.

Il cane sepolto vivo, dopo 48 ore è salvo

Foto: Jerry, il cane sepolto vivo
La storia del cane Jerry è una storia di crudeltà e maltrattamenti. Come ancora succede in numerosi parti del mondo, gli uomini si rendono protagonisti di torture senza senso. Questa volta le immagini forti arrivano dalla civilissima Desenzano del Garda, e ci dimostrano come, purtroppo, l’ignoranza spesso vada di pari passo con la ferocia.
Jerry, il cane sepolto vivo
Jerry, il cane sepolto vivo
Jerry, il cane sepolto vivo
Jerry, il cane sepolto vivo Jerry è un cane di taglia media, di razza Bretone, salvo grazie alla segnalazione di alcuni passanti, che avevano udito dei guaiti provenire da un cumulo di macerie alto circa mezzo metro. Si lamentava Jerry, cercava aiuto. E per fortuna l’ha trovato.
I vigili, allertati da alcune telefonate che indicavano strani lamenti provenienti da un cumulo di legnetti e calcinacci, si sono recati in campagna, a Desenzano del Garda, e a a primo impatto non hanno notato nulla di strano. Solo dopo un pò, hanno sentito dei flebili guaiti. Hanno iniziato a scavare e si sono trovati di fronte una scena raccapricciante: il piccolo Jerry, sepolto vivo, completamente disidratato, e con gli occhi bendati. Ma per fortuna ancora vivo.
Lo hanno soccorso subito, lo hanno fatto bere e lo hanno affidato a degli specialisti. Per 48 ore Jerry è sopravvissuto, sopravvisuto alla crudeltà di un uomo, il padrone, a cui magari sarebbe ancora riconoscente, a cui, nonostante tutto sta sicuramente pensando.
Il padrone è stato subito rintracciato ed è stato deferito all’autorità giudiziaria per maltrattamento di animali.
Jerry guarirà in pochi giorni, e, speriamo, troverà presto una nuova famiglia pronta ad amarlo e fargli dimenticare questa terribile esperienza.
In quanto a cosa auguriamo a questo essere che non merita di essere chiamato uomo, bè, meglio lasciar perdere.
Fonte

13 commenti:

  1. Non è da me insultare in rete ma... che bastardo!!
    ma io dico.. se non lo vuoi più, portalo in un canile!!
    Non ho parole che non siano parolacce!!
    Menomale che è finita bene va!

    RispondiElimina
  2. Guarda...non ho parole...anzi, le avrei ma sarebbero troppo brutte e non vorrei diventare troppo maleducata. Ora mi domando come si fa a fare una cosa del genere!!!ma piuttosto portatelo al canile e che cavolo!
    Queste notizie mi fanno inorridire e arrabbiare in maniera pazzesca.
    ciao, buona serata e grazie per essere passato da nel mio blog.

    RispondiElimina
  3. Mi si è stretto il cuore nel leggere quella notizia. Quanto a quello che ha fatto un atto così orribile, non trovo parole per insultarlo.

    RispondiElimina
  4. Ciao Sara,Giglio,Paolo,come ho scritto nel post,non ho parole per commentare...vi auguro una buona giornata

    RispondiElimina
  5. Ho sentito la notizia al tg..ogni volta mi chiedo come può l'uomo ad essere così crudele nei confronti di essere così indifesi! Loro non fanno mai del male intenzionalmente! Il "padrone" se così si può chiamare (a parte il fatto che come parola non mi piace preferisco proprietario..) è stato identificato, spero che la giustizia faccia il suo corso e gli dia un pena esemplare!
    Buona domenica erborista

    RispondiElimina
  6. Ciao Monica,ti ringrazio per aver condiviso e speriamo che la giustizia faccia il suo corso.Buona giornata

    RispondiElimina
  7. Buonasera Erborista.
    Ti dirò ... non ho parole!... Leggendo il tuo post, ho sentito rabbia e, nel contempo, una tristezza infinita ... come si può agire in maniera tanto sconsiderata, animale, pessima, infima ... (e mi fermo qui)??!! Mi stavano venendo le lacrime agli occhi ... ma d'altronde, se si ammazzano le persone, figuriamoci cosa può succedere ad una creatura indifesa come questo povero cagnolino! Ad ogni modo, felice che sia riuscito a farsi beffa del suo carnefice, spero, come tu stesso dici, che la giustizia farà il suo corso. A presto e grazie!

    RispondiElimina
  8. Ciao Stefania,con questa specie di uomo,non si può certo progredire!Grazie per essere passata e buona giornata

    RispondiElimina
  9. Salve Pietro, come va? spero sia tutto ok ...quando puoi vieni in soccorso? c'è un cespuglio senza nome....
    grazie e arrivederci a presto

    RispondiElimina
  10. Mi associo al coro, per essere senza parole: vergogna!
    Aggiungo che ho avuto un tuffo al cuore; anch' io ho un breton, molto simile a quello nella foto. Posso dire che è una razza docilissima, che si affezione al padrone in modo inverosimile: è disposto a tutto, pur di vederlo contento.
    E quell'ingrato?! Bah...

    RispondiElimina
  11. Ciao Simo,tutto bene.Buona giornata

    RispondiElimina
  12. Ciao Graziana,non credo che sia disposto a farsi seppellire vivo.Buona giornata

    RispondiElimina
  13. quello sicuramente no, sottolineavo la sua estrema docilità. buona giornata anche a te :)

    RispondiElimina

LASCIA QUI UN TUO COMMENTO