lunedì 6 giugno 2011

SENZA PAROLE


tratto da ecoo

Cane lapidato per volere di un rabbino, la giustificazione è delirante!

cane lapidato
Un cane è stato lapidato per il volere di un rabbino israeliano. Preso a sassate senza pietà, il randagio è spirato sotto i colpi delle pietre. Purtroppo oltre agli esseri umani, che in certi Paesi vengono messi alla gogna e trucidati nelle maniere più violente, anche gli animali ahimè subiscono lo stesso trattamento. Specialmente se, sotto questi maltrattamenti sugli animali, ci sono delle motivazioni religiose. Proprio il motivo che ha scatenato l’ira funesta su questa povera bestiola.Per dirla tutta, la giustificazione (delirante) dell’uomo di Chiesa è stata quella di ritenere il cagnolone la reincarnazione di un avvocato laico che ha avuto più di una scaramuccia con la comunità religiosa. Storia vecchia di parecchi decenni, ma ancora viva nella memoria degli ultraortodossi di quella parrocchia.Proprio come l’uomo in questione, il randagio ha “osato” entrare nel luogo di culto e piazzarsi nella navata centrale, senza volersi più spostare. Da lì è partita la barbara esecuzione, ordinata dal rabbino ma eseguita da alcuni ragazzini. Un episodio che lascia davvero indignati e senza parole!

10 commenti:

  1. Le atrocità per motivi religiosi mi lascia sempre senza parole, più di qualsiasi altra.Che brutta storia...

    RispondiElimina
  2. In effetti non esistono parole a sufficienza. Solo un silenzio pieno di dolore.
    Ciao Erborista,
    Lara

    RispondiElimina
  3. che brutta storia
    che tristezza

    RispondiElimina
  4. Grazie per avercelo suggerito!
    Felice giornata,
    Ele

    RispondiElimina
  5. Ciao Lara,se pensi che quel cane si fidava dell'essere umano!!!Invece...

    RispondiElimina
  6. Ciao Graziana,hai visto fin dove arriva il fanatismo umano.Grazie della condivisione.

    RispondiElimina
  7. Ciao RobbyRoby,chi ha compiuto quel gesto così abberrante,sicuramente non si vuole bene e l'avrà sulla coscenza per tutta la vita.

    RispondiElimina
  8. Ciao Ele,sicuramente avrei preferito non leggere una notizia così dolorosa,ma è giusto informare sulle atrocità che vengono fatte agli animali e ai nostri amici cani.A presto

    RispondiElimina
  9. Ciao Erborista!! Grazie mille per la tua visita. Mi fa piacere conoscerti perché sono molto interessata ai temi di cui parli nel tuo blog. Ti seguirò volentieri e sono sicura di trovare tanti spunti e informazioni. A presto dunque

    Cinzia

    RispondiElimina
  10. Ciao Cinzia ti ringrazio della visita.A proposito mi piacciono molto anche a me le rose.Ne ho una quarantina circa,Ciao a presto

    RispondiElimina

LASCIA QUI UN TUO COMMENTO